sabato 5 novembre 2011

Integrazione: facciamo chiarezza


Argomento sempre discusso questo, su cui ci sono troppo spesso idee ed opinioni sballate, spesso messe in giro da qualcuno che sull'argomento non ha capito molto.
Quante volte avete sentito discorsi tipo: "l'integrazione serve solo per chi fa palestra da tanto e ha i muscoli", oppure "sono contro l'integrazione, fa male" senza specificare di cosa si sta parlando, sino ad arrivare a chi, parlando per sentito dire, parla dell'integrazione come se fosse doping.

Il concetto di base è che c'è integratore e integratore, così come ci sono modi giusti e utili di assumerli.. e modi inutili e sbagliati.

Partiamo con le solite riflessioni:

Anzi, parto da una domanda: quanti di voi nella loro vita, almeno una volta hanno preso delle vitamine, o un multivitaminico, perchè avevano qualche carenza?

Secondo me una buona parte di voi.. e immagino anche che non vi siate sentiti dei drogati/dopati, ne dopo averli assunti vi siete trasformati in braccio di ferro con muscoli e forza esagerati.. e magari in quel periodo non stavate nemmeno andando in palestra.
Eppure, avete usato un integratore.

Avete mai bevuto bevande come il Gatorade e simili? magari l'avete bevuto solamente per dissetarvi e non perchè siete muscolosi e fate palestra, eppure anche questo rientra sotto la voce integratori.

Già, perchè un integratore è proprio questo, ovvero un qualcosa che si usa quando per svariati motivi, nel nostro fisico o nella nostra alimentazione manca ancora qualcosa (oppure c'è un calo in un preciso momento della giornata) e quindi bisogna appunto integrare per sopperire a quella mancanza (vitamine, sali minerali.. per citare i due esempi sopra).

A questo punto va comunque detto che sotto il nome "integratore" si trova una miriade di prodotti, che per semplicità possiamo dividere in due categorie, ovvero quelli "per tutti", ovvero che servono solo per colmare le carenze che riscontriamo, indipendentemente se si fa palestra, se si ha un fisico muscoloso ecc, e quelli "tecnici" che si basano sempre sul normale principio d'integrazione, ma sono più indicati per chi fa attività sportiva intensa.

Quindi sì, ci sono integratori dedicati a chi fa palestra, ma lo scopo non è di dopare l'atleta o di fargli crescere i muscoli, ma solo di assisterlo per affrontare i vari allenamenti, che l'integratore sia per avere più energia, o per recuperare meglio dopo l'esercizio, qualcosa da bere durante l'allenamento per avere una performance costante ecc. Ma l'integratore non fa crescere i muscoli, quelli crescono con la dieta e l'allenamento.
Però in questo caso, concordo che per prodotti ad uso così specifico, sia meglio utilizzarli solo per chi ne ha davvero bisogno facendo palestra o allenamenti intensivi e usandoli correttamente per il loro scopo.

Parlando dell'integrazione più classica, che può essere utile anche a chi non fa palestra, bisogna tornare al discorso dieta, ovvero: prima di pensare ad un qualsiasi tipo di integratore, a prescindere da cosa integri, bisogna ottimizzare al massimo la propria dieta, in modo che questa fornisca al nostro corpo il più possibile di quello di cui ha bisogno, senza presentare particolari carenze.
Però capita spesso che qualcosa venga a mancare, in particolare quando si mangia di meno per dimagrire. A questo punto, dobbiamo capire cosa manca, ma altrettanto importante, quanto ne manca. Solo a quel punto possiamo quindi pensare all'uso di un integratore e in che quantità.

Abbiamo carenze di vitamine? Possiamo integrare con un multivitaminico. Ci manca solo la vitamina C? Integriamo con appositi prodotti. Assumiamo poche proteine? Integriamo con proteine in polvere. Quando ci alleniamo fatichiamo e sudiamo tanto? Un integratore di sali minerali può aiutare.
Dobbiamo eccezionalmente sostituire un pasto? si può sempre usare una barretta (anche se meglio raramente, vedi post dedicato).
Però resta fondamentale capire dosaggio e assunzione corretti.. e qui per quanto i produttori possano consigliare, la scelta migliore è quella di basare il dosaggio sul proprio corpo e sul colmare la mancanza riscontrata. Quindi non basta dire: nella mia dieta ci sono poche proteine e poi assumere proteine in polvere a caso. E' necessario calcolare quante ne mancano per raggiungere il nostro fabbisogno giornaliero e poi dosare di conseguenza.
E ricordo sempre: prima però, proviamo a colmare le mancanze con il normale cibo solido, è sempre la soluzione preferibile.

Ultima considerazione: i vari integratori sono acquistabili liberamente tanto in America quanto in Italia, però è noto che in Italia ci sono maggiori restrizioni sul contenuto di questi prodotti, quindi un integratore può essere venduto sul suolo italiano solo se riconosciuto idoneo. Infatti su alcuni prodotti si trovano differenze tra la nostra versione e quella americana, proprio perchè il prodotto è stato riformulato per essere compatibile con le limitazioni imposte.
Quindi se avete ancora dubbi su questi prodotti ma ne avete bisogno, acquistate integratori in versione italiana, così avete anche la certezza che dentro non ci sia nulla che non è approvato per la vendita in Italia.
Oppure fate ancora prima a scegliere prodotti italiani, visto che ci sono alcune aziende sul nostro territorio che fanno prodotti molto validi, di cui vi parlerò più avanti.

Nessun commento:

Posta un commento